SPESE SANIFICAZIONI CREDITO IMPOSTA 50 PERCENTO 2020

Fondamentale sanificare costantemente i luoghi di lavoro e avviare le proprie attività.

Le disinfezioni saranno le operazioni fondamentali da svolgere al termine del lock down per ogni tipo di attività. Per affrontare i costi il Governo da il suo aiuto con il decreto di metà marzo.

Spese per sanificazioni a credito d’imposta del 50 per cento nel 2020. Questo Il decreto del Primo Ministro Conte del 17 marzo Spese per sanificazioni a credito d’imposta del 50 per cento nel 2020. Questo Il decreto del Primo Ministro Conte del 17 marzo 2020 che all’articolo 18 prevede che le imprese abbiano accesso per il 2020 a un credito d’imposta pari al 50% dei costi sostenuti per gli interventi di sanificazione degli ambienti di lavoro. Le sanificazioni saranno tra le attività fondamentali per il contenimento del coronavirus che tutti saremo tenuti ad effettuare e tra le più importanti dei nuovi comportamenti per cercare di contenere il contagio da Covid-19 nella cosiddetta fase 2. Queste operazioni insieme all’osservanza di tutte le regole comportamentali e i dovuti dispositivi di protezione saranno necessarie e ci accompagneranno fino a quando non sarà trovata una cura o un vaccino.
Le sanificazioni dei luoghi sono cosi necessarie tanto che il governo ha contribuito con il cosiddetto “bonus sanificazione”, che mira a convincere e aiutare le imprese a garantire la salubrità dei luoghi e la sanificazione degli strumenti di lavoro. Il beneficio è previsto dall’art. 64 del decreto ed è rivolto a soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, quindi a tutti i datori di lavoro a cui sono richieste le ulteriori misure di prevenzione.
Oltre a tutte le operazioni di sanificazione, l’agevolazione fiscale è stata ampliata anche all’acquisto di dispositivi di protezione individuale come mascherine chirurgiche o mascherine filtranti Ffp2 e Ffp3, guanti, visiere e tute.

SPESE SANIFICAZIONI CREDITO IMPOSTA 50 PERCENTO 2020

Il trattamento agevolato come precisa l’Agenzia delle Entrate spetta anche per l’acquisto e l’installazione di tutti i dispositivi che servono a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza, come per esempio barriere e pannelli protettivi, rientrano anche i detergenti per le mani e i disinfettanti. ll credito d’imposta sulla sanificazione è riconosciuto per l’anno 2020 fino a una somma di 20.000 euro e fino all’esaurimento del fondo finora stanziato dal governo di 50 milioni di euro. Attendiamo che il Governo definisca le procedure operative per l’accesso al bonus sanificazione.
Se questo articolo è stato di vostro gradimento e volete seguire i nostri aggiornamenti

Ecocat Service Disinfezione CoronaVirus a Napoli